Press "Enter" to skip to content

Assicurazione Nautica – In cosa consiste

L’assicurazione nautica è, come per gli altri veicoli, un obbligo di legge. Ogni mezzo navigante, con a bordo un motore, deve essere assicurato.

Lo scopo è di proteggere l’unità di diporto, ciò che è in esso contenuta, le persone che sono a bordo del natante, dal momento in cui salgono fino alla loro discesa.

È obbligatorio stipulare una polizza di Responsabilità civile verso terzi, che possa coprire gli eventuali danni causati a terzi durante le fasi di ormeggio del natante e quando esso viene utilizzato.

Tutte le categorie di unità di diporto, le quali abbiano installato un motore e qualsiasi sia la potenza del motore o la sua dimensione o l’uso che se ne faccia, sono tenute a ottemperare a questo obbligo di legge.

Le differenti categorie di unità di diporto possono essere:

  • barche a vela con motore ausiliario o motoveliero o barca a motore,
  • imbarcazioni con scafo di lunghezza tra i 10 e i 24 m,
  • navi con scafi di lunghezza superiore ai 24 m

Il valore del premio annuale varia in relazione ad alcune variabili quali: il valore dell’unità di diporto, i massimali che vengono garantiti e naturalmente la potenza del motore che è installato a bordo dell’imbarcazione.

Per chi dovesse usare la propria imbarcazione senza l’assicurazione Rc la sanzione prevista è una multa che raggiunge i 3.000 euro e prevede anche il sequestro dell’unità di diporto.

Un’ulteriore assicurazione, oltre a quella Rc, è l’assicurazione Corpi Yacht, per i beni dati in locazione e copre anche contro danni provocati alla barca da eventi climatici.

Inoltre, a maggiore garanzia, è possibile stipulare una polizza Corpi Yacht e Macchine, che copre i danni ai motori e i danni eventuali che potrebbero verificarsi nella sala macchine.

Dipende dal tipo di polizza nautica che si intende stipulare sarà possibile ottenere garanzie che coprano eventi come la necessità di recuperare il relitto, i danni che possono essere causati alle persone a bordo, sia che facciano parte dell’equipaggio o che ne siano ospiti.

Nel caso di imbarcazioni utilizzate per scopi agonistici è possibile stipulare polizze assicurative che coprano gli eventuali danni che riguardino la barca di proprietà o quella di altre barche che partecipano alla competizione, che possono essere coinvolte in eventuali incidenti.

Nel contratto assicurativo si deve, poi, specificare se l’utilizzo: ad esempio, una barca viene usata per fare scuola, ad esempio di vela, o charter per prevedere una polizza Corpi adeguata e che assicuri la barca per ogni evenienza riguardante i passeggeri e l’unità stessa.

Naturalmente la necessità di assicurare barche che vengono usate per motivi di lavoro diventa cogente, prevedendo, in tal caso, forme di garanzia ampie che forniscano una copertura completa, la quale contempli danni materiali diretti e indiretti, ma anche danni da usura degli strumenti e copra gli infortuni ai conducenti e ai trasporti. Queste polizze estese possono anche garantire l’assistenza in caso di avaria, come anche la tutela legale, che copra eventuali le spese per l’assistenza giudiziale in caso di sinistro.

L’assicurazione di un’unità di diporto deve avere delle caratteristiche importanti e che possano rendere sicuro l’uso del mezzo; queste caratteristiche dovrebbero essere:

  • la personalizzazione cioè la polizza deve essere costruita a misura delle necessità dell’armatore o del comandante dell’imbarcazione, in modo da coprire le reali esigenze di chi la stipula;
  • la completezza, che significa che la polizza comprende tutte le estensioni necessarie per la massima copertura;
  • la tutela della sicurezza del natante, delle persone a bordo e di terzi, che comprende anche la tutela legale in caso di incidente.

Nella polizza assicurativa di solito sono previste anche le aree di navigazione che di solito sono il Mediterraneo, ma anche fiumi e laghi interni, ma naturalmente, in relazione alle esigenze dell’armatore, il contratto può prevedere un’estensione ad altre aree.

Le polizze hanno durata annuale e, di solito, periodi più brevi sono poco convenienti perché il premio si avvicina ai costi annuali.

Scegliere la polizza giusta è importante per garantirsi la sicurezza nella navigazione, quindi, potrebbe essere utile affidarsi a un brokers assicurativo, il quale tenendosi aggiornato sulle opzioni del mercato assicurativo possa proporre la formula più adatta alle esigenze dell’armatore o del proprietario dell’unità di diporto.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *