Press "Enter" to skip to content

Come fare domanda per andare in pensione

Un sogno per tante persone. Un obiettivo per chi lavora da tanti anni. Stiamo parlando della pensione. Al di là dei discorsi sul fatto che i giovani potrebbero non vederla mai, in questa guida ti diremo come fare domanda per ottenere il ‘premio’ tanto ambito dopo anni di fatica.

Presentare i documenti giusti

Sembra una banalità ma non lo è affatto. Per fare correttamente la domanda e andare in pensione, è necessario presentare i documenti correttamente. Si sa, la burocrazia italiana non perdona. Se sbagli anche a mettere una firma, perdi settimane.

I documenti da portare con sé non sono tanti. Innanzitutto, c’è la copia del documento di identità, ovviamente in corso di validità. Poi, devi portare l’autocertificazione firmata sia del tuo stato civile che della famiglia.

Se sei sposato, porta con te anche i dati anagrafici e il codice fiscale del coniuge. Se hai stipulato delle assicurazioni particolari, presenta anche le varie informazioni al riguardo.

Infine, la dichiarazione che non lavori per nessuno e la dimostrazione della cessazione in tempo del contratto di lavoro.

Presentarla nei tempi giusti

Puoi presentare la domanda per la pensione a partire dai tre mesi prima di raggiungere i requisiti. Ciò significa che entro 90 giorni dall’ottenimento dei requisiti puoi fare domanda all’INPS.

Attenzione, però: vai in pensione con quota 100? Allora devi presentare domanda tre mesi prima dell’apertura della finestra.

Non è tutto: ricorda che la liquidazione della pensione non è automatica. Nel senso che l’Istituto di Previdenza dovrà, ovviamente, effettuare i dovuti controlli. In ogni caso, puoi stare tranquillo: se ci sono ritardi, il possibile debito che avrai accumulato ti verrà comunque saldato senza alcun tipo di problema.

Come effettuare la domanda

Ci sono vari modi per effettuare la domanda. Una possibilità è quella di chiamare il call center dell’INPS e farsi dire tutti i procedimenti da fare. In goni caso, però, vista anche l’informatizzazione che sta avendo l’ente ti consigliamo di andare direttamente sul sito web ed entrare con le proprie credenziali.

Da lì, andare nella sezione specifica. Ah, non dimenticare che prima di inviare la domanda dovrai presentare le dovute dimissioni. Quindi, non fare nessun passo falso. I tempi di erogazione, ovviamente, possono dipendere da tanti fattori.

Come terza e ultima alternativa, puoi rivolgerti a un CAF o Patronato che ti seguirà passo passo in tutti il processo. Soprattutto se non sei abituato ad avere a che fare con la burocrazia.

Puoi controllare lo stato della tua domanda

Sono giorni che non hai risposte? Sei in pensiero che qualcosa possa andare storto? Puoi controllare in tempo reale lo stato della tua domanda: accedi al sito dell’INPS, vai su ‘Domanda pensione’ e poi su ‘Le mie domande’. Scoprire quanto manca al raggiungimento effettivo della pensione.

Insomma, fare domanda per la pensione è abbastanza semplice. L’importante è non sbagliare nulla e aver davvero tutti i requisiti. Il consiglio è sempre quello di controllare bene se, davvero, la pensione non è solo un miraggio ma può essere una realtà.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *