Press "Enter" to skip to content

Vacanze in Bici in Italia: le 5 mete da non perdere

Quest’anno la vacanza ideale vede protagonista la bici. In Italia ci sono tantissimi itinerari che gli appassionati delle due ruote non potranno lasciarsi sfuggire. Sia che si viaggi da soli oppure in compagnia della propria famiglia o degli amici, da Nord a Sud ci sono percorsi adatti a tutti e a qualsiasi tipo di bici, da corsa così come per mountain bike.

Tanto per dare una panoramica generale esistono ciclabili che fiancheggiano i laghi e altre che corrono in mezzo a valli di montagna; per non parlare di quelle che attraversano borghi storici. Ecco i 5 itinerari più belli del nostro Paese assolutamente da non perdere.

La Via Francigena

L’itinerario è conosciuto per il tradizionale percorso a piedi che ripercorre i passi dei pellegrini medievali in cammino verso Roma. È però possibile percorrere il tragitto anche in sella alla bici. La via Francigena si estende su 1040 km e si va dal Colle San Bernardo alto 2500 m alla Capitale: in mezzo si passa dalla Pianura Padana agli Appennini e le colline toscane.

In bici le tappe sono 23 ed ognuna ha una lunghezza di 50 km facilmente percorribili, ma ovviamente è possibile anche regolare le soste come meglio si preferisce.

A differenza del cammino a piedi, che si dipana principalmente su sentieri sconnessi, l’itinerario ideato per le biciclette comprende almeno per il 70% carreggiate asfaltate secondarie.

Le tappe toccate sono però pressoché le stesse del tragitto pedonale, tra le altre figurano Aosta, Pavia, San Gimignano, Val d’Orcia, Siena, Viterbo e Bolsena.

Mentre nella prima parte dell’itinerario non ci sono dislivelli notevoli, maggiormente impegnativa per qualcuno potrebbe essere il tratto dal valico appenninico della Cisa, tra Toscana e Lazio, caratterizzato da svariati saliscendi. In ogni caso se alcuni percorsi dovessero risultare troppo faticosi si possono usare i treni regionale adibiti al trasporto delle bici.

In bici con vista Lago di Garda

È una delle piste ciclabili più belle d’Italia, parte di un progetto a dir poco straordinario: la realizzazione di una pista ciclo-pedonale che giri attorno il lago di Garda.

Per ora ci si deve accontentare, ma agli appassionati dei viaggi su bici andrà già più che bene, del meraviglioso tratto tra Limone sul Garda e Riva del Garda.

Si tratta di un itinerario unico nel suo genere, a strapiombo sul lago, tanto da essere famoso con l’appellativo “Ciclabile dei sogni”. Il percorso è adatto a tutti, anche a famiglie con bambini al seguito e nel tragitto si è circondati da una natura rigogliosa e selvaggia, tra roccia, vegetazione mediterranea e vecchie limonaie.

La pista ciclabile è lunga circa 2 km e la si può percorrere anche la sera perché è fornita di un sistema di illuminazione a luci LED davvero all’avanguardia. Il punto ideale per partire in sella alla propria bici alla scoperta della ciclabile è Limone del Garda, che è possibile raggiungere anche tramite un comodo traghetto dagli altri paesini che si trovano sul lago.

Riviera di Levante in Liguria

Quest’itinerario in pratica consiste in un anello di pista ciclabile lungo 22 km, che inizia da Levanto per tornare al punto di partenza.

La Liguria può vantare altri 3 percorsi per le bici, ma questo è senza dubbio il più facile da intraprendere specie per le famiglie. Il viaggio in bici porterà alla scoperta in tutta sicurezza, di tanti tesori della regione come le frazioni di Framura e Bonassola, ed i più piccoli rimarranno senz’altro incantati dalle straordinarie gallerie dell’800 e dal panorama sul mare che compare e scompare come per magia tra una galleria e l’altra.

Nei pressi di Framura si può anche programmare una sosta alla spiaggia di Porto Pidocchio e rinfrescarsi con un bel bagno nelle limpide acque liguri.

In bici nella Maremma toscana

Non poteva certo mancare fra gli itinerari in bici più belli d’Italia, la Toscana, o meglio la Maremma.

Un percorso molto conosciuto e amato dagli amanti dei viaggi in bici è quelli che porta da Capalbio a Porto Santo Stefano, attraversando Porto Ercole e il monte Argentario.

Il tragitto è abbastanza lungo, circa 76 km, ma la ciclabile è facilmente percorribile perché corre in pianura, solo in rari tratti la strada è sterrata e soprattutto si tratta di un itinerario dove il traffico delle auto è davvero ridotto al minimo. Il paesaggio che si andrà ad ammirare in sella alla propria bici è ricco di flora e fauna tipici del luogo ed inoltre si possono effettuare diverse soste nei vari borghi di passaggio.

La Puglia in bici da Bisceglie a Trani

La regione non è molto famosa per gli itinerari da percorrere in bicicletta, ma in realtà ne esistono di diversi che permettono di scoprire sotto un altro punto di vista i suoi meravigliosi luoghi tra arte, natura, storia e folclore.

Un percorso molto suggestivo che fa da ponte di collegamento tra la rinomata costa della Puglia e il barocco, è l’itinerario lungo circa 24 km che parte da Giovinazzo per giungere a Trani.

Tra ulivi secolari, fichi d’India e scorci di mare da cartolina, il tragitto segue il litorale che si spiega attorno al “Tacco” dello Stivale.

In sella alla propria bici si attraverserà la cittadina di Molfetta col suo imponente Duomo di San Corrado, Bisceglie con la maestosa Cattedrale e infine si giungerà a Trani: qui immancabile è un giro al porto e una visita alla Cattedrale e al fortino di Sant’Antonio. E dopo tanto pedalare è d’obbligo una sosta culinaria a base di orecchiette, taralli e i tipici formaggi locali.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *